Strutture

Giardino delle farfalle

Il Giardino delle farfalle è un importante progetto in fase di completamento da parte del Parco Renova. Questo giardino è stato realizzato a integrazione e ampliamento del preesistente giardino dei cinque sensi. Si tratta di un piccolo giardino botanico in cui si trovano un centinaio di specie erbacee e arbustive, sia coltivate che spontanee, la cui presenza garantisce le condizioni ideali per moltissime varietà di farfalle. Nel giardino si trovano infatti le piante nutrici per i bruchi, e fiori ricchi di nettare per gli adulti.

Podalirio
Podalirio

Innanzitutto questo è un "Giardino per le farfalle" : vuole infatti essere un'oasi per questi piccoli e delicati abitanti delle nostre campagne. Qui possono sostare nel loro instancabile errare, nutrirsi e riprodursi.  Qui verranno rispettate e di certo non catturate. Negli ultimi decenni, infatti, gli insetticidi e la cementificazione hanno ridotto drasticamente l'habitat di questi insetti. Inoltre è un "Giardino degli amici delle farfalle": qui ci sarà la possibilità di imparare qualcosa sulla loro vita e sul loro comportamento, per poi magari incontrarne diverse ed essere in grado di riconoscerle.

Quest’area avrà sicuramente un’importante funzione dal punto di vista didattico grazie alla presenza di ottanta  pannelli riguardanti le specie botaniche presenti e di una decina di pannelli didattici sul tema delle farfalle, simili a quelli già presenti lungo il percorso natura. All’interno dell'aula didattica sono oltretutto presenti alcune cassette (brucari) per l’allevamento dei bruchi, ideali per effettuare con i ragazzi delle scuole osservazioni ravvicinate del ciclo vitale delle farfalle.

Le farfalle sono insetti ed appartengono all'ordine dei lepidotteri, che significa letteralmente "ali con le squame": queste sono piccolissime e ne rivestono le ali. Il ciclo vitale di questi affascinanti animali prevede la magia della metamorfosi, un processo biologico molto particolare che porta il bruco o larva, che fuoriesce dall'uovo, a trasformarsi in insetto adulto passando per lo stadio di pupa o crisalide. L'insetto adulto deporrà a sua volta altre uova, perpetuandone il ciclo. Gli studiosi dividono i lepidotteri in lepidotteri diurni, volgarmente farfalle, e lepidotteri notturni o falene. L’habitat ideale per molte specie si colloca proprio nei prati naturali della pianura: è evidente che una discreta quantità di questi insetti, sia in numero che in varietà, visitino già il nostro parco dalla primavera all’autunno.

Negare importanza alla salvaguardia di questi organismi viventi, che testimoniano oggi la possibilità di un incredibile aumento della biodiversità in territori soggetti a forte depauperamento, come a Pontirolo Nuovo, è oggi miope e anacronistico. Il tema della salvaguardia delle farfalle è infatti da anni un cavallo di battaglia del WWF (che lo ha utilizzato come tema dominante in una delle ultime Feste delle Oasi) e delle principali associazioni ambientaliste a livello europeo. Siamo convinti che oltre alla valenza naturalistica di questo progetto: il tema delle farfalle potrà coinvolgere molte persone, dalle scuole agli appassionati di fotografia naturalistica, agli amanti dei fiori ecc.